Dichiarazione di Copyright © Tutto il materiale contenuto nel presente sito appartiene ai rispettivi proprietari, secondo le norme sul diritto d'autore. Non è possibile usare il contenuto di questo sito per uso personale e/o commerciale. E' ammesso l'uso solo per motivi privati ed è gradita la citazione della fonte.

Classifica delle 10 cartoline più viste del mese

mercoledì 1 giugno 2011

Via De Larderel

Via De Larderel collega a Livorno la piazza della Repubblica 
(già piazza Carlo Alberto o del Voltone)
con la piazza del Cisternone.
via De Larderel vista da piazza Carlo Alberto.
via De Larderel si chiamava precedentemente via dei Condotti Nuovi,
e prese il nome attuale nel 1857 in omaggio alla ricca famiglia De Larderel.
via De Larderel ripresa dalla piazzetta dei Mille dove, in angolo a sinistra, 
esisteva già allora una farmacia.
La famiglia De Larderel vi fece costruire il suo palazzo, 
attuale sede degli uffici della Pretura.

Il conte Francesco de Larderel creò l’industria del borace in Italia 
contribuendone lo sviluppo e sfruttando i soffioni di Larderello che da lui presero il nome.
 
Il maestoso palazzo de larderel con facciata corinzia che si
trova quasi alla fine della via verso il Cisternone
fu realizzato nel 1850 dal livornese Magagnini, 
a lui fu intitolata una strada confinante, che riunì le tre palazzine già esistenti. 
Immagine della via De Larderel con il bel palazzo omonimo durante i festeggiamenti 
per l’inaugurazione della nuova Stazione Ferroviaria.
A destra la via Chiellini, a ridosso della scomparsa fabbrica della birra Peroni.
via De Larderel vista dalla piazza del Cisternone.
 A destra della foto, il palazzo in angolo con la via Magagnini, distrutto durante l’ultima guerra, fu ricostruito mantenendo la stessa sagoma ma senza archi 
e le colonne ornanti i terrazzi che si affacciavano sulla piazza del Cisternone.




in via De Larderel vedi anche:
  



Nessun commento:

Posta un commento

I Video de La Vecchia Livorno su YouTube

Loading...